SANTA MARIA DEI POVERI - Prima cappella di destra

 
 

Cominciamo dalla prima cappella di destra dove si trova il grande quadro realizzato all’inizio del 1600 da Leonello Spada, che era un allievo dei Carracci.

L’opera fu commissionata da una certa Signora Cristiani, un tipo curioso  che – non si sa perché – richiese un’immagine del Cristo Arrabbiato (proprio poco usuale, credetemi). Probabilmente la signora ce l’aveva col mondo intero (avrà avuto i suoi buoni motivi) sta di fatto che qui il Cristo impugna con la mano destra saette di ira divina per scagliarle sulla Terra, tra angeli intimoriti e i Santi Domenico e Francesco.

In basso c’è il mondo, abisso del male, immerso in un’atmosfera tenebrosa, ricettacolo di tutti i peccati degli uomini. Così andavano le cose, allora, non certo come oggi…. O no?

Ma per fortuna la Vergine intercede ponendo la mano fra i fulmini dell’ira e il bersaglio terrestre.

Un particolare curioso inserito da Leonello Spada – che era un gran burlone – sono gli angeli facchini che si sono caricati sulle spalle il loro adirato signore.
Li vedete lassù?

Sempre in questa cappella, sulla parete di sinistra,  troviamo  una vera rarità:  è l’unico frammento che rimane dell’antico Ospedale di Santa Maria delle Laudi.
È parte di un affresco di Madonna con Bambino dei primi decenni del 1300: hanno preso il pezzo di muro e lo hanno portato qui, col suo dipinto attaccato. Eh già, allora non esisteva ancora la tecnica dello strappo che permetteva di togliere solamente la pittura. Per fortuna questo frammento si è salvato dalla distruzione della cappella e io gli faccio sempre buona guardia.

Continua...

Introduzione


 


PANOPTICON DI BOLOGNA un progetto di ALBERTO MARTINI.
Per utilizzo ad uso privato delle immagini qui pubblicate è fatto d’obbligo citare la fonte e l'autore della fotografia.
per ogni altro tipo di utilizzo occorre prendere contatti con amartin1@tin.it

Questo sito è di proprietà di Alberto Martini
Le foto sono di proprietà dei singoli autori
Credits e ringraziamenti